Dottoressa Maria Luongo Psicologo Psicoterapeuta, PhD, CTP seduta in poltrona che scrive

Mi sono laureata presso l’Università Gabriele D’Annunzio di Chieti-Pescara in Psicologia Clinica e della Salute. Attualmente svolgo la libera professione a Napoli, mia città d’origine. Sono iscritta all’Ordine degli Psicologi della Campania con numero di matricola 6848.

Ho terminato la mia formazione presso l’Istituto di Specializzazione Isipsè in Psicologia del Sè e Psicoanalisi Relazionale di Roma. https://www.isipse.it/

Ho svolto anche un Dottorato di Ricerca presso l’Università La Sapienza di Roma. Qui, ho ottenuto il titolo di PdD in Psicologia e Scienze Cognitive, esperienza che mi ha arricchita e formata da diversi punti di vista. https://www.uniroma1.it/it/pagina-strutturale/home

In questi anni, mi sono occupata di Disturbi della Rappresentazione Corporea e Patologie Neurologiche (Spinal Cord Injury, Mielolesioni). Parallelamente mi sono anche occupata di Disturbi del Comportamento Alimentare, aree di mio grande interesse clinico e di ricerca.

Ho lavorato presso la Fondazione Santa Lucia di Roma, centro d’eccellenza per patologie neurologiche e neuropsicologiche.https://www.hsantalucia.it/

A Napoli, ho collaborato con il Dipartimento di Psicologia del II Policlinico come Psicologa e Psicoterapeuta, con giovani adulti, adulti e coppie. Presso il Dipartimento di Oculistica, invece, ho svolto attività clinica e di ricerca nel trattamento e riabilitazione di patologie autoimmuni come la sindrome di Basedow-Graves.

Nel 2019, ho terminato il Master in Psicologia Giuridica in ambito Civile e Penale presso l’Istituto Campano Psicologia Giuridica https://icpg.it/2016/.

Ho tenuto seminari e workshop presso la Ludoteca “Accipikkia” di Napoli, su temi come: i Disturbi dell’Apprendimento, dello spettro Autistico, e del Comportamento Alimentare in bambini e adolescenti. Obiettivo di tali attività era aiutare e sensibilizzare insegnanti e genitori verso le tematiche proposte.
Nella mia libera professione sono attenta alle dinamiche relazionali. Lavoro molto sui vissuti emotivi e soggettivi che vengono espressi dal paziente all’interno della relazione terapeutica. Emozioni, pensieri, ricordi di una vita passata, presente e futura fanno parte del mondo soggettivo e intersoggettivo di ciascuno di noi.