Stress Sistema Immunitario. Mano che blocca l'arrivo di virus e batteri

Stress e Sistema Immunitario sono entrambi meccanismi molto complessi del nostro organismo che, sebbene interessino processi diversi, hanno punti di contatto tali da influenzarsi reciprocamente. È per questo motivo che molti studi hanno analizzato i due meccanismi e le loro interazioni. Sembra, infatti, che lo stress produca molte malattie e indebolisca il Sistema Immunitario. Ma per spiegare come stress e Sistema Immunitario possono influenzarsi è importante riprendere il concetto di Stress.

Lo Stress da normale a patologico

Lo abbiamo detto già in altri articoli, lo Stress non è un concetto necessariamente patologico, ma può diventarlo se costante nel tempo. In quest’ultimo caso, infatti, lo Stress cronico impedisce il normale riequilibrio di molti neurotrasmettitori a livello celebrale. Nel corpo, invece, questo fenomeno produce una certa sovrastimolazione di tutti i nostri organi interni, eccessivamente prolungata nel tempo. Tutto ciò interferisce con il normale funzionamento nel nostro organismo, affaticando sensibilmente gli organi che a loro volta divengono suscettibili a molteplici malattie. Vedremo di seguito tutti i sistemi che risentono di un periodo prolungato di Stress.

stress e sistema immunitario. uomo schiacciato dai sassi

Stress e Sistema Immunitario

Come sappiamo situazioni stressanti portano a una produzione maggiore dello specifico ormone dell Stress: il cortisolo (http://www.marialuongo.it/2019/11/ansia-e-stress-i-mali-del-nuovo-millennnio/). Tale ormone genera uno stato infiammatorio diffuso anche se lieve e riduce la capacità delle cellule del Sistema Immunitario di compiere il loro lavoro di eliminazione di virus e batteri. Allo stesso tempo l’infiammazione fa si che non siamo più in grado di produrre un numero sufficiente di anticorpi. Il nostro corpo diviene così più suscettibile alle diverse infezioni.

Stress e malattie della pelle

La pelle è il nostro più grande organo protettivo. La sua funzione è, infatti, quella di proteggerci dall’ambiente esterno, di lasciare entrare acqua e ossigeno ma anche di espellere sostanze tossiche e minerali in eccesso. In situazioni di stress cronico, i diversi strati di pelle possono irritarsi. Le dermatiti sono una delle possibili irritazioni cutanee che, il più delle volte, procurano sensazioni di prurito e bruciore molto intensi. A livello ormonale, l’eccessiva presenza di glucocorticoidi nell’organismo interferisce con la produzione di sostanze lipidiche necessarie alla formazione di nuovi strati di pelle. Questo fenomeno modifica la normale composizione degli strati cutanei dando come risultato una pelle più fragile e permeabile anche da agenti infiammatori.

Stress e Sistema Cardiovascolare

Lo Stress può agire sulla pressione sanguigna e sull’irregolarità cardiaca. Questi fenomeni innescano processi d’inspessimento di vasi sanguigni e impediscono quelli di riparazione dei vasi stessi. Inoltre la formazione di placche al loro interno impedisce il normale flusso sanguigno oltre a essere una causa possibile di formazione di trombi vascolari.

Stress e Metabolismo

Chi non ha detto almeno una volta nella sua vita “Sono stressato e non ho fame” oppure “Sono stressato e mangio di continuo? Lo stress, infatti, agisce sul nostro comportamento alimentare disregolando la sensazione di sazietà, la sensazione di fame, ma anche il nostro fabbisogno calorico giornaliero e il metabolismo basale. Anche a livello comportamentale vi sono notevoli cambiamenti nella ricerca di cibo e nella qualità di cibi da assumete. Persone che tendono a ingrassare, anche fino a raggiungere l’obesità, cominciano a ricercare cibi pieni di grassi e ricchi di zuccheri, tendenzialmente quindi anche i peggiori per la nostra salute.

Ciò avviene perché il nostro cervello, che è in una condizione di allarme dipesa dallo stress, invia messaggi al corpo che lo preparano ad affrontare grandi sforzi. In altre parole facciamo il pieno di energie per affrontare il pericolo o anche lo stress. Ma vi sono anche casi in cui lo stress diminuisce l’appetito provocando una perdita di peso considerevole. Normalmente, infatti, in situazioni di stress non cronico il nostro organismo “blocca” i processi di digestione per evitare un inutile dispendio di risorse, fondamentali invece per affrontare la situazione stressante. In caso di stress acuto il nostro cervello invia messaggi che bloccano la digestione e il nostro senso di fame, attingendo energie dalle nostre riserve di grasso.

uomo stressato con limone in bocca

È fondamentale a questo punto comprendere come gestire e ridurre lo stress. Nei prossimi articoli affronteremo questo tema in modo dettagliato, provando a fornirvi gli strumenti giusti per ridurre lo stress e vivere in condizioni di salute migliori.

Dottoressa Maria Luongo