uomo al pc che si tocca gli occhi dal dolore. ansia e stress. Maria Luongo

Ogni giorno parliamo di ansia e stress e di quanto questi influenzino e danneggino la nostra vita. L’accezione che diamo loro è evidentemente negativa, tanto negativa da renderli la causa della nostra sofferenza e dei nostri disagi. Ma è veramente così?

Ansia e stress: conoscere per gestirli

Spesso sento dire da amici, parenti e pazienti che l’Ansia sta letteralmente mangiando le loro vite. Sia ben chiaro anche a me capita di sentirmi così, non sono di certo immune allo stress, ma spesso sento usare questi termini in maniera non del tutto corretta. Ansia e Stress, infatti sono termini comuni che utilizziamo davvero di frequente spesso impropriamente per definire una condizione di malessere più generale. Ma facciamo un po’ di chiarezza su questi due concetti davvero importanti.

Cos’è l’Ansia? E lo Stress?

Wikipediahttps://it.wikipedia.org/wiki/Ansia definisce l’ansia come uno stato fisiologico per lo più cosciente caratterizzato da paura e preoccupazione in presenza di uno stimolo ambientale che genera stress.

Fermi tutti, quindi vuol dire che l’Ansia genera stress? Che quindi se sono stressato è per via dell’Ansia? Se sento l’Ansia soffro di un disturbo D’Ansia e di Stress Cronico? La risposta è: ASSOLUTAMENTE NO!

Ognuno di noi, da quello più vigile e controllato, al più distratto e strafottente, vive Ansia e Stress quotidianamente. L’Ansia, infatti, non è assolutamente qualcosa di patologico che danneggia le nostre vite, anzi il più delle volte ci permette di essere efficaci ed efficienti in molteplici contesti. Facciamo un esempio: devo fare l’esame teorico della patente e sebbene abbia studiato molto, sento una strana agitazione per la paura di non superarlo. Ciò che sento è l’agitazione (o anche l’Ansia) a livello fisiologico (vi ricordate abbiamo definito l’Ansia come uno stato fisico). Ciò significa che il mio corpo ha una serie di sintomi come tachicardia, sudorazione, tremore, nausea ecc. Questi sintomi possono essere più o meno intensi, e la loro intensità dipende da almeno due fattori:

  • La nostra capacità di percepire consapevolmente stati corporei;
  • La loro intensità

Tralasciando per il momento la capacità di percepirci che affronteremo in un altro articolo, l’intensità è data da quanto uno stimolo (come nel nostro esempio l’esame di giuda) ci crea preoccupazione. Ed è la paura l’emozione di base da cui deriva l’Ansia.

La parola ANSIA deriva dal verbo latino ango che significa stringere, soffocare ed è proprio così che ci sentiamo quando siamo ansiosi. Ci manca l’aria, il corpo sembra essere accelerato, ma possiamo sentirci scattanti e vibranti pur non riuscendo a muovere un solo dito. Questa condizione fisiologica produce in noi un ormone, il così detto ormone dello Stress, il Cortisolo. Tale ormone, se presente in dosi troppo elevate e per un tempo eccessivo, genera una condizione di stress che può cronicizzarsi nel tempo.

Quindi ricapitolando l’Ansia: è del tutto normale, è fondamentalmente uno stato del corpo generato da emozioni a stimoli esterni, e se prolungata nel tempo genera Stress.

Ansia e Stress: modi di dire comuni

“Sei proprio un tipo ansioso”, “Ma quanto mi stai stressando?!”, ” Ho l’ansia, non ci vado al centro commerciale!”

Questi sono solo alcuni dei modi di dire sull’Ansia e sullo Stress che comunemente usiamo in modo improprio ed è proprio questo scorretto utilizzo che si genera in noi confusione.

scritta stress ripetuta in continuazione. Stress. Maria Luongo

Persone ansiose

È possibile essere una persona ansiosa? Non proprio. Ci sono persone che soffrono di un vero e proprio disturbo D’Ansia, e ciò significa che rispecchiano alcuni parametri convenzionali che danno la possibilità a esperti del settore sanitario di identificare con un termine (ad es.: Disturbo d’Ansia Specifica) una serie di sintomi fisici e comportamentali. Ma ci sono anche molte altre persone che, come tutti noi, ansioso reagiscono con un certo stato fisiologico detto ansioso.

Con questo non voglio intendere che siamo sani o patologici, ma anzi, vorrei spiegare come qualcosa di perfettamente normale e sano come l’Ansia, se vissuta in maniera costante, affiancata ad altri sintomi fisici e comportamentali, può diventare patologica, ma nel mezzo c’è la stragrande maggioranza di noi. Ed in più il confine tra normalità e patologia è un confine dato dall’uomo (ovvero la definizione di Disturbo d’Ansia, in questo caso) per necessità pratiche e convenzionali. Non voglio qui affrontare un discorso teorico, politico, economico e sociale, ma vorrei solo riandarvi l’idea che l’Ansia e lo Stress sono stati psicofisici del tutto SANI E NORMALI che possono diventare dannosi. Il più delle volte ci salvano dal leone nella giungla dandoci la possibilità di inventare strategie di fuga o attacco tese alla nostra sopravvivenza. Imparare a gestire l’ansia e lo stress è comunque fondamentale nella nostra epoca, ma affronteremo nei prossimi articoli questo argomento.

Dott.ssa Maria Luongo